Racconti Erotici » Sesso di Gruppo » Una festa super hot con Mirko e Giuseppe

Una festa super hot con Mirko e Giuseppe

Una festa dai risvolti a dir poco sensuali. In compagnia dei miei amici Mirko e Giuseppe, tutto ha avuto un sapore diverso.. e che sapore! Avete mai provato la gioia di essere scopate da due uomini contemporaneamente?

Quello che sto per raccontarvi è uno de ricordi più belli della mia vacanza ad Ibiza. Il meritato relax dopo un anno dedicato allo studio, è stato proprio quello di concedermi qualche giorno in Spagna con le mie migliori amiche Sofia e Giulia. Era tutto organizzato nei minimi dettagli. I genitori rassicurati a dovere e noi pronte per divertirci!

Quella sarebbe stata la prima estate di vero relax dopo estati passate in compagnia di un fidanzato con il quale ero in crisi, di vacanze di famiglia e vita monotona. Me lo meritavo, vero? Non ho viaggiato molto nella mia vita, niente di eccezionale, solo mini vacanze in compagnia di compagne del liceo o con i parenti. Roma d’estate si svuota dai romani e si riempie di turisti.. quale migliore occasione per scappare via.

Una volta arrivate, la location pazzesca, ci ha fatto intuire subito che la vacanza sarebbe stata emozionante. Avevo voglia di leggerezza e novità.. e forse quella era la strada giusta. La prima sera, bevemmo un paio di drink in centro prima di sposarci in una discoteca molto famosa lì.

Il posto pieno di italiani, sembrava la meta scelta da tutti i ragazzi della mia età per quella stagione. Napoletani, romani, milanesi.. tutti pronti a brindare ed a ballare tutta la notte.

Noi, tre giovani ragazze di provincia, dopo i primi momenti utili per ambientarci, abbiamo compreso che bisognasse rimanere lucide e con occhi aperti. Lì era una giungla. La musica altissima, il vociare, le luci, e l’alcool che iniziava a fare effetto.

Come prima serata, decidemmo di chiamare un taxi e tornare sane a salve nel nostro appartamento. Il quartiere, non isolato e comunque pieno di ragazzi, ci ha permesso di fare un’ultima passeggiata prima di ritirarci per il riposo notturno. Fu proprio vicino ad uno dei locali verso casa, che conoscemmo un gruppo di ragazzi della nostra età che era appena arrivato sull’isola.

Dopo qualche battuta e qualche consiglio, ci salutano invitandoci ad un party organizzato da loro per la sera seguente. Dopo qualche sguardo di intesa con le mie amiche, decidemmo di accettare: “Sì, ci saremo anche noi”.

La giornata prima della festa, è trascorsa tranquilla, tra la sabbia ed il mare cristallino; tra chiacchiere e risate con le amiche di una vita. Prima di dirigerci alla festa incriminata, bevemmo uno, due o forse tre Spritz. Il livello di allegria, una volta giunte alla villa dei ragazzi, era già posto su di un’asticella relativamente alta.. ed ancora non sapevamo cosa sarebbe accaduto!

Mirko e Giuseppe, i padroni di casa, si son dimostrati accoglienti ed allegri. Il giardino di casa loro inizia a riempirsi di persone straniere e non; la musica alta ma non troppo e alcool, tanto, tanto alcool.

Non potei fare a meno di notare che uno tra i due ragazzi, Mirko, aveva puntato lo sguardo su di me. Mi sentivo osservata e quasi in imbarazzo da quelli occhi fissi addosso. Mirko era davvero un bel ragazzo: alto, muscoloso e con degli occhi verdi incredibili. Parlammo per un oretta, tra una risata e l’altra, fino al momento in cui, le sue labbra sfiorarono le mie.

Un piccolo e delicato bacio era solo l’antipasto di quella che sarebbe stata una nottata di sesso estremo. Le mani di Mirko iniziarono a scrutare sotto la mia gonna, spostando il tanga e trovando lei. Calda e pronta a tutto. Con un dito sfiorò il clitoride, ci giocò, tanto quanto fu sufficiente per farvi salire il grado di eccitazione. Mi toccò senza penetrazione, senza infilare nessun dito dentro di me. Giocò con le mie grandi labbra, passando per le piccole, sfrizionando il mio clitoride mentre le mie gambe erano sempre più aperte per lui. La mia gonnellina a pieghe larghe bianca, ormai non era più al proprio posto.

Mentre Mirko era intento a masturbarmi su di una panchina appartata dal resto della festa, non ci accorgiamo che a godersi la scena a pochi passi da noi, c’era Giuseppe. Ed ora? Che figura! Pensai. Giuseppe invece con passo deciso, ci chiese se fosse possibile unirsi a quel momento così erotico.. Ibiza era proprio magica!

Non ci pensai due volte e così, dopo pochi minuti, la situazione si ribaltò. Giuseppe si sedette comodamente sulla panchina, mentre io piegata a novanta gradi presi in bocca il pene duro e grosso di Mirko ed iniziai a succhiarlo con gusto. Giuseppe, iniziò a masturbarmi da dietro, senza tralasciare nulla. Un dito nell’ano aperto e voglioso e due dita nella mia vagina ormai bagnata. La situazione si faceva interessante..

Le cose migliorarono di netto nel momento in cui, provai quello che mai nella vita avevo ancora avuto modo di provare: una doppia penetrazione. Fui scopata da Mirko, mentre Giuseppe mi scopava il culo con violenza. Non potete immaginare che goduria! Giuseppe decide di venirmi dentro, la scopata anale, terminò con l’eiaculazione di Giuseppe, che mi presi tutta dentro, sentita goccia dopo goccia nel buco dilatato del mio culo. Mirko invece, non si arrendeva, continuava a penetrarmi e non sembrava intenzionato a smettere! Una scopata fantastica! I miei orgasmi? Multipli e fantastici! Senza freni inibitori e restrizioni, mi stavo dando come da sempre avrei voluto!

Non raccontai mai la verità riguardo quella festa alle mie amiche per paura di essere giudicata.. ma credetemi.. tornassi indietro, lo rifarei altre mille volte!

 

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (2 voti, giudizio medio: 4,00 di 5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *