Racconti Erotici » Racconti Etero » Questa notte? Fammi godere!
Fammi godere

Questa notte? Fammi godere!

Erano ormai settimane che io e la mia compagna non riuscivamo ad avere un momento di intimità. La nostra vita così frenetica, ci portava ad arrivare alla sera distrutti e stremati.. senza voglia ne’ desideri sessuali.

Seppur durante la giornata, mi capitava spesso di fantasticare su di lei, di immaginarla in situazioni sempre più spinte ed eccitanti, per un motivo o per un altro, sembrava però diventato impossibile riuscire a passare del tempo solo con lei.

Io e Simona, siamo stati due amanti passionali per mesi, prima di cadere in questa noiosa monotonia. Ci siamo conosciuti mentre eravamo entrambi rispettivamente fidanzati con terze persone.. eppure fin dal primo sguardo, tra di noi, accadde qualcosa di magico e misterioso. Diventammo quindi amanti, provandoci a nascondere il più possibile mantenendo le nostre precedenti storie in piedi. In realtà, entrambi eravamo convinti del fatto che la nostra sarebbe stata solo una storia di sesso, una di quelle destinate a morire dopo pochi mesi.

Simona aveva però uno sguardo magnetico. Uno di quelli che ti stimolano un turbinio di pensieri e sensazioni solo incrociandolo. I suoi enormi occhi scuri, sono stati per me fatali. Ricordo il nostro primo incontro.. lei mi guardò senza vergogna dritto negli occhi e con decisione scese all’altezza della cintura dei miei jeans. Continuando a guardarmi dal basso verso l’alto, mi sbottonò i jeans e prese con decisione il mio pene in erezione in mano. Ci giocava con le mani e con la lingua mentre continuava a fissarmi come nessuno aveva mai fatto.

Il suo sguardo, i suoi occhi, trasudavano sesso a non finire. Il nostro primo incontro, fu solo un assaggio di quella che poi sarebbe stata la nostra relazione clandestina ed i nostri incontri passionali. Un gran bell’assaggio! La sua lingua sul mio pene, scivolava su e giù fino ai testicoli gonfi. Le sue labbra, iniziarono ad assaporare il mio sapore, mentre Simona, succhiava piano il mio uccello duro, dritto nella sua bocca così larga. La mia eccitazione in quell’occasione fu talmente tanto incontenibile che dopo pochi, pochissimi minuti, inondai la bocca di Simona con il mio seme caldo e denso. Lei lo prese tutto ed ingoiò alla perfezione. Che scena magnifica!

I mesi, come dicevo, passarono tra una giornata insieme ed una nottata di sesso sfrenato appena fosse possibile. Un periodo quello, in cui i miei ormoni erano davvero alle stelle. Non pensavo che a lei! Alla sua pelle soffice, al seno grande portato con disinvoltura, alle gambe.. Dio, quelle gambe!

Da quando invece io e lei abbiamo scelto di vivere la nostra relazione alla luce del sole, qualcosa forse si è inclinato. Qualcosa che non si sarebbe dovuto inclinare.. il sesso tra me e la mia donna. La convivenza, la monotonia.. sono cose che tutti voi avrete già sentito e forse anche provato sulla vostra pelle.

Cosa si fa in questi casi? Una svolta vecchia come il mondo, potrebbe essere forse quella di rompere la monotonia stravolgendo le abitudini. Cambiare le proprie abitudini nell’intimità può funzionare? Delle volte, probabilmente sì. Nel mio caso invece… nulla sembrava funzionare.

Una cosa era ormai certa: così non si poteva continuare. Non potevamo certo assentarci dal lavoro per dedicarci un p0′ di giorni solo per noi e così sarei dovuto riuscire a conciliare il tutto.

Ormai, anche lei sapeva perfettamente che le cose tra noi stavano per sgretolarsi. La sessualità in una coppia, deve rimanere sempre viva ed accesa prima che si inneschino meccanismi dannosi. Il problema era proprio che Simona, nonostante la sua presenza così prorompente e seducente, sembrava davvero non muovere un dito per tornare la gran porca di sempre.

Così, in un giorno qualunque, scelsi di farle arrivare in ufficio a sorpresa un pacco. Un pacco misterioso da scartare solo in un momento della giornata in cui sarebbe rimasta per un istante da sola. Sono curioso di immaginare la sua espressione dinnanzi al corriere. Chissà cosa avrà pensato..

Nel pacco misterioso, c’era un completino intimo super sexy ed un vibratore nuovo. Conoscevo i gusti della mia compagna anche in quell’ambito e così decisi di allegarci un bigliettino con delle ‘istruzioni’ da seguire. Una parte del biglietto recitava così: “La lingerie sexy non la indossare.. quello aspetta di farlo quando sarai con me. Per quanto riguarda il nuovo giocattolo.. voglio che tu lo inizi ad usare nel bagno dell’ufficio e mentre lo fai, mi video chiami.”

Mentre ero intento a sistemare delle fatture, mi arriva sul cellulare una video chiamata: era Simona. Corro così in bagno per godere di quel momento e come per magia.. appare in cam lei.

China, con le gambe divaricate, nel piccolo bagno del suo ufficio, Simona indossava il tailleur ed aveva la gonna alzata per poter avere le gambe quanto più allargate possibile. Appena apro la video chiamata, Simona mi fa segno di non parlare a voce alta poichè non era del tutto sola in ufficio ed era riuscita ad andare in bagno con una scusa. Mentre mi godo la scena, lei inizia a masturbarsi con le dita. In una mano aveva il vibratore, con l’altra era impegnata a giocare con il suo clitoride per scaldare l’atmosfera. Il cellulare, poggiato all’angolo difronte a lei che si masturbava sempre con più foga. Nel bel mezzo, Simona, visibilmente eccitata sceglie di usare il nuovo giocattolo appena ricevuto, mentre io palesemente voglioso, non riuscivo più a contenere l’eccitazione nei pantaloni. Il vibratore entrava ed usciva dalla figa calda della mia compagna che si contorceva dal piacere in quei pochi metri quadrati. Le smorfie del suo viso lasciavano intendere che Simona avrebbe invece voluto urlare dal piacere in quel preciso istante. Anch’io non ero da meno.

Vedere la mia donna in quello stato, non mi ha fatto pensare altro per tutta la giornata. Chi avrebbe lavorato più?

Dopo quest’incontro così spinto, seppur a distanza, io non vedevo l’ora di incontrare la mia amata compagna Simona.

Scelsi così di inviarle un sms chiedendole cosa avrebbe voluto fare quella sera a casa. Lei mi rispose: “Fammi godere”.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (1 voti, giudizio medio: 4,00 di 5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *