Racconti Erotici » Racconti Lesbo » La nuova ginecologa
nuova ginecologa

La nuova ginecologa

Poco tempo fà, ho dovuto cambiare la ginecologa perché la mia si è trasferita, ho ascoltato un pò di opinioni di amiche e conoscenti.

La scelta ricadeva tra due dottoresse: di una tutte mi dicevano “è bravissima professionalmente ma poco umana” dell’altra “fa visite in modo strano, però è umana”.
Non so perché ma ho scelto la seconda, volevo capire in cosa consistevano queste stranezze.

Quando arrivo in ambulatorio non c’è ancora quindi mi siedo nella sala d’aspetto immaginandomi come possa essere. Dopo pochi minuti mi fa entrare, si presenta, dopo 4 chiacchiere di rito, mi dice di entrare nel camerino a spogliarmi.

Mentre sono nel camerino, la mia mente comincia a fare pensieri strani, cerco di spiarla mentre si toglie la giacca e la maglia per mettersi il camice, non riesco a staccarle gli occhi da addosso e mi accorgo di fare pensieri erotici su di lei.
Quando sono ormai nuda, mi chiama per accomodarmi sul lettino, poi dovendo leggere le mie cartelle dall’altra ginecologa, mi allunga un camice verde dicendomi che se mi sentivo in imbarazzo mentre leggeva potevo indossarlo. Non lo feci, non mi sentivo per niente in imbarazzo, anzi volevo che vedesse il mio corpo.
Finito di leggere il tutto si avvicina e mi chiede di coricarmi.
Prima mi prende tutti i valori e poi inizia a controllarmi i seni. Ha un tocco così fine e dolce che mi sto eccitando, ma non riesco a trattenermi.
Li tocca per un po’, schiacciandoli e massaggiandoli per vedere che sia tutto regolare, ma ogni volta che mi tocca i capezzoli a me vengono i brividi dal piacere, lei se ne accorge e in modo molto professionale mi dice di rilassarmi.

Poi mi dice che è arrivato il momento di controllare la mia patata.
Al solo pensiero, la mia eccitazione sale sempre di più, non so cosa mi stia capitando ma so che qualcosa è diverso dalle visite con le altre ginecologhe.
Siccome ha letto sulle cartelle che ho avuto in passato un’irritazione alle grandi labbra, inizia a toccarle per vedere che sia tutto a posto prima di penetrarmi con “il becco” per la visita interna.
Prende la vaselina per la lubrificarmi e infilarmi “il becco”.

Come le sue dita mi sfiorano, mi accorgo di avere una contrazione da godimento, ma lei prosegue con la visita interna.
Finita la parte davanti, mi fa mettere a pecorina per controllarmi anche dietro.
La mia mente viaggia e vorrei che questa visita non finisse mai.
Ma purtroppo come tutte le cose belle ad un certo punto mi dice “si rivesta pure, abbiamo finito”.
Quando entro nel camerino mi accorgo di essere super eccitata, ma devo rivestirmi e andare.
La ringrazio ed esco per andare dalla segretaria a pagare. Pagata la visita di oggi, la segretaria mi allunga un biglietto e mi dice “la dottoressa ha detto che è tutto a posto, ma vorrebbe rifarle un controllo dopodomani. Arrivederci.”

Esco che sono frastornata, non capisco se è tutto a posto perché dovrei tornare.
Passano due giorni e sono di nuovo nell’ambulatorio, leggendo i biglietti appesi alla porta mentre attendo il mio turno, mi accorgo che il mio appuntamento è fuori dall’orario di visita.
Tocca a me.

Quando entro la procedura è stessa dell’altra volta, devo andare direttamente nel camerino.
Mentre mi sto spogliando, mi accorgo che ci sono dei movimenti, e sporgendomi per spiare cosa sta succedendo, vedo che la dottoressa si è tolta i vestiti e sta indossando il camice con sotto solo il perizoma.
Esco e faccio finta di niente. Noto subito che il suo camice è più sbottonato del solito e che il suo enorme seno sporge.

Mi accomodo sul lettino e la visita inizia.

Questa volta è molto più intensa, i suoi movimenti sono più mirati al godimento rispetto all’altra visita, ma non dico niente e la lascio fare.
Questa volta vedo che per controllarmi il seno, sale sulla scaletta vicino al lettino, non capisco molto di quello che sta succedendo, ma rimango tranquilla.

Come mi arriva davanti e inizia a toccarmi, capisco subito che in quella posizione i suoi seni tendono a farsi vedere molto di più e alcune volte i suoi capezzoli mi sfiorano.
Quando è ora della visita interna, lei si avvicina al mio orecchio e mi sussurra “se è d’accordo la lubrifico io in modo naturale…” non dico niente, e sento che lei inizia a leccarmi la patata. Non riesco a crederci, mi sta capitando qualcosa che non mi sarei mai immaginata.
Una volta che sono tutta bagnata, riprende il suo amico “becco” e lo infila e intanto continua a leccarmi e succhiarmi il clitoride, l’eccitazione sale sempre di più e quando il mio umore inizia ad uscire lei si mette davanti e se lo fa colare in bocca.

Con le mani inizio ad accarezzarmi i seni e avvicinarmeli alla bocca per leccarmi i capezzoli, lei intanto continua a stimolarmi il clitoride con le dita, mentre piano piano muove “il becco”.
Poi sale sopra al lettino e si mette a cavalcioni sopra di me, io le sbottono e le sfilo il camice e lei mi appoggia sulla bocca i suoi enormi seni.
Inizio a succhiarli, ad affondarci mani e viso dentro, sono qualcosa di meraviglioso. Lei intanto sta strusciando il suo clitoride contro il mio, facendomi arrivare ad un orgasmo unico.
Mi sfilo da sotto lasciando lei a pecorina e mi metto dietro di lei iniziando a leccarle la patata e noto con estremo piacere che anche lei è già tutta bagnata, quando le succhio il clitoride, ha le contrazioni da godimento, poi con la lingua salgo e inizio a leccargli quel meraviglioso buchetto del culo che sembra non aspettare altro. Dopo un paio di giri di lingua, si dilata tantissimo e piano piano le infilo dentro due dita mentre con la testa sotto di lei continuo a leccarle e succhiarle il clitoride e con l’altra mano la penetro davanti. Ha un orgasmo spaventoso, tant’è che devo mettermi a bocca aperta per raccogliere tutto il suo umore.

Si alza e viene dietro di me, mi fa piegare a 90 sul lettino e inizia anche lei a leccarmi il buco del culo, poi mi aiuta a salire sul lettino rimanendo anch’io a pecorina.
Mi lascia così per qualche istante e sento che si allontana. La vedo tornare con in mano una scatola che appoggia li vicino. Apre la scatola e tira fuori la corda di palline.
Ricomincia a leccarmi il buchetto, lo riempie di saliva e inizia a farlo dilatare con le dita, poi quando è pronto, comincia ad infilarmi dentro le palline. Tra una pallina e l’altra, non perde occasione per leccarmi il contorno e farlo rimanere bagnato, mentre con l’altra mano continua a masturbarmi la patata. Sto godendo tantissimo, sento il mio umore colare.
Poi mette sotto di me un cuscino con un fallo vibrante e mi fa appoggiare sopra con la patata.
Lei viene davanti a me e mi sbatte la patata in faccia, mentre io gliela lecco lei con la mano sfila piano piano le palline fino a liberarmi da tutte. Poi sempre penetrata dal fallo vibrante, mi metto in ginocchio e faccio coricare lei davanti a me: inizio con le tette, le lecco e le strizzo, mordicchio i suoi capezzoli così sporgenti; poi scendo mi riempio la bocca della sua figa e del suo umore. La avvicino a me alzandole le gambe e facendogliele mettere di fianco alla testa.
Ora tutti i suoi buchi sono miei!!!

Riprendo le palline e gliele infilo tutte nel culo. Poi prendo un vibratore e inizio a massaggiarle il clitoride, sento che gode come una troia e nel godere con il telecomando aumenta la vibrazione del mio fallo.
Lei viene, è un’esplosione che mi riempie la faccia, vengo anch’io.
Ci tiriamo su e iniziamo a baciarci con la lingua, lei scende sul mio seno e poi sulla mia patata, la lecca un po’, torna su e mi sussurra nell’orecchio “è tutta pulita e perfetta adesso”.
La stessa cosa faccio io, poi ci rivestiamo e ci salutiamo.

Mentre sono sulla soglia della porta mi chiama e mi dice “Se hai bisogno di visite, chiedi alla dottoressa di metterle a quest’ora, nessuno può disturbarci”.
Sorrido ed esco.

Da quel giorno, tutte le settimane trovo una ragione per andare a fare una visita ginecologica.
Ed è vero, oggi che la conosco so che fa le visite in modo strano, ma sono strane semplicemente perché essendo lesbica ha un altro modo di toccare una donna, le visite come le mie le fa solo se è corrisposta. Non è mai stata invadente e non ha mai approfittato della cosa.

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (4 voti, giudizio medio: 4,00 di 5)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *