Un nuovo modo per restare incinta in menopausa
Home » Per Lei » Un nuovo modo per restare incinta in menopausa
Un nuovo modo per restare incinta in menopausa

Un nuovo modo per restare incinta in menopausa

Degli scienziati di Atene, in Grecia, hanno trovato un nuovo modo per permettere alle donne in menopausa di restare incinte. La cosa interessante, tuttavia, non è solo questa, ma il fatto che le donne interessate potranno usare direttamente i propri ovuli. Per la prima volta, due donne che pensavano di non poter restare incinte, sono riuscite ad ottenere una gravidanza. La tecnica utilizzata è la PRP, un processo che serve a ringiovanire le ovaie.

“Mi ero arresa all’idea di non poter restare incinta” ha detto una delle due donne, che adesso è al sesto mese di gravidanza. “Per me è un vero e proprio miracolo”.

L’innovativa tecnica utilizzata

Il Dr. Kostantinos Sfakianoudis della clinica per la fertilità Genesis Athens di Atene, in Grecia, ha iniettato del plasma sanguigno direttamente nell’utero e nelle ovaie delle due donne per raggiungere il miracoloso risultato. La speranza è che questi studi possano portare a ulteriori gravidanze.

Questa tecnica viene già utilizzata per accelerare la guarigione degli infortuni sportivi e per dei particolari tipi di lifting. Il sangue del paziente viene prima prelevato e poi trattato in una centrifuga per isolare il plasma.

Pare che la clinica stia tentando di utilizzare questo plasma per ringiovanire l’intero sistema riproduttivo femminile, iniettandolo – come dicevamo – direttamente nelle loro ovaie e nei loro uteri. Fino ad ora, il team ha somministrato il trattamento a più di 180 donne, molte delle quali hanno richiesto di essere sottoposte allo stesso perché affette da un disturbo che danneggia il rivestimento dell’utero.

Non solo per le gravidanze

Non tutte le donne in questione desideravano rimanere incinte. Alcune di loro volevano semplicemente fermare i sintomi della menopausa, come le vampate di calore, la sudorazione notturna e caduta dei capelli.

Il trattamento non ha funzionato su tutte le pazienti, ma per ora due donne sono riuscite a rimanere incinte – e non è certo una cosa da poco.

Questo processo stimola le ovaie e permette loro di rilasciare ovuli. L’embrione viene poi fecondato e impiantato nell’utero. Quando perfezionata, questa tecnica potrà davvero aumentare le possibilità di ogni donna di portare avanti delle gravidanze sane, lontane dal pericolo di aborti spontanei dovuti all’età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *