Home » Vita di Coppia » Allenare i muscoli dell’amore per migliorare il sesso
Allenare i muscoli dell’amore per migliorare il sesso

Allenare i muscoli dell’amore per migliorare il sesso

Molti si chiedono come fare per migliorare il sesso, credendo che dietro l’Ars amatoria ci siano dei segreti arcani. In realtà, la chiave di una buona performance sessuale sta tutta nell’allenare i muscoli dell’amore. Se volete sapere quali sono e a quali eccitanti esercizi dovrete dedicarvi, siete nel posto giusto.

I muscoli dell’amore sono ovviamente i genitali, ma anche il cervello. Per fare del sesso grandioso dovrete assicurarvi che il vostro intero “equipaggiamento sessuale naturale” sia allenato a dovere. Scopriamo assieme come migliorare il sesso, allenando questi “muscoli.”

Allenare il cervello

Per migliorare la qualità del sesso, il primo passo è allenare il pensiero erotico. Liberate le menti, non siate pudici. Regalatevi delle lunghe passeggiate tra le fantasie erotiche, assaporandole lentamente una ad una, senza respingerle. Vivetene ogni singola sfaccettatura, respirando lentamente, fino a sentirne le sensazioni direttamente sul corpo.

Molte persone riescono a raggiungere stati di estasi semplicemente con l’immaginazione, senza neanche sfiorarsi – quello inizierete a farlo negli step successivi. Per il momento, limitatevi a fantasticare, magari stando sdraiati uno accanto all’altro.

Pensare al sesso con gioia aiuta a sentirsi più fiduciosi e a migliorare la qualità della vita sessuale e il modo in cui ci interfacciamo con i nostri partner durante il coito.

Allenare i muscoli pelvici

Abbiamo parlato più volte degli esercizi di Kegel, sia di quelli maschili che di quelli femminili. Un buon punto di partenza è inserirli nella propria routine quotidiana. È importante farli per fornire supporto agli organi pelvici, per migliorare la salute del sistema urinario e intestinale e per stabilizzare e potenziare l’intero apparato genitale. Quindi, se li eseguirete, ne guadagnerete tanto in salute quanto in soddisfazione sessuale.

Torniamo ora nel letto, dove avete iniziato l’esercizio per allenare il pensiero erotico.

Iniziate a toccarvi, prima da soli, per alimentare quei pensieri. Poi passate gradualmente alla masturbazione reciproca. Durante la masturbazione, con ogni pressione applicata sul pene o sul clitoride, avviene una contrazione spontanea. Con ogni contrazione, i muscoli vengono compressi e aumentano la pressione sanguigna verso l’esterno. Ciò avviene senza alcuno sforzo, spontaneamente, anche durante il sesso, quando raggiungete l’orgasmo.

Dopo esservi toccati, perciò, passate alla penetrazione, con movimenti lenti, senza correre verso il lieto fine. All’aumentare dell’eccitazione, rispondete entrambi con delle contrazioni dei muscoli pelvici: ciò genererà dei movimenti spontanei che saranno molto graditi da ambedue le parti. La vagina stringerà il pene in un abbraccio, mentre il membro maschile verrà avvertito come più rigido o addirittura “più grande.”

Quando arriverete all’orgasmo e le contrazioni inizieranno in modo spontaneo, regalatevi un’esplosione di piacere continuando a contrarre volontariamente i muscoli pelvici, ritmicamente. I risultati li noterete fin dalla prima applicazione e più vi allenerete in questo modo, più le vostre nottate di sesso saranno piacevoli e infuocate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *