Home » Vita di Coppia » I baci che uccidono l’eros
Quali sono i baci che uccidono l’eros?

I baci che uccidono l’eros

Ci sono baci passionali e poi ci sono i baci sbagliati che uccidono l’eros che possono trasformarsi addirittura in un pericolo. Ecco i più disgustosi o quelli invece troppo freddi.

Quando si è giovani può succedere di ricevere baci disgustosi per via dell’inesperienza e della poca pratica, ma potrebbe succedere anche dopo, quando durante i vari flirt al partner non è stato detto cosa non andasse bene nei suoi baci.

Ecco allora un piccolo promemoria per evitare piccoli disguidi di coppia collegati al bacio.

Il bacio a stampo

Il bacio a stampo è il classico bacio del saluto al mattino, magari appena ci si sveglia o prima di uscire di casa per andare a lavoro. È il bacio delle coppiette ai primissimi appuntamenti o quando non ci conosce benissimo, non è di certo un bacio passionale con cui far capire al partner che hai voglia di fare sesso sfrenato sul pavimento di casa.

Il bacio alla francese con… qualcosa di troppo

Il bacio alla francese è per molti il re dei baci, sempre che si riesca a farlo nel modo giusto. Non è particolarmente eccitante sentirsi invasi da una lingua troppo lunga o prorompente che arriva anche dove non dovrebbe. Il problema della saliva, invece, può insorgere quando si è poco esperti, quindi bisognerebbe ricordarsi di cercare di controllare la salivazione. C’è poi chi non ama i morsi: pochi sì ma delicati.

Il bacio non sulla bocca

Oltre al bacio sulla bocca ci si può baciare ovunque e in qualunque altra parte del corpo, come sull’orecchio o sul collo. L’unico consiglio è quello di non esagerare con la saliva. Se avete partner che soffrono il solletico, allora meglio lasciar perdere i baci sull’ombelico o ai piedi: potrebbero addirittura infastidire, ottenendo quindi l’effetto contrario.

E voi conoscete qualche altro tipo di bacio apparentemente sensuale che potrebbe invece rivelarsi disgustoso, o addirittura pericoloso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *