Home » Vita di Coppia » Esiste un’età per il tradimento?
Esiste un’età per il tradimento?

Esiste un’età per il tradimento?

Un nuovo studio ha rivelato che esiste un dato più o meno affidabile riguardo a “l’età del tradimento,” ovvero il periodo della vita durante il quale si tradisce di più.

Lo studio

Nicholas H. Wolfinger, professore della University of Utah, ha analizzato i dati dell’Insitute For Family Studies sul tema “Avete mai fatto sesso con qualcuno che non fosse il vostro compagno/a quando eravate già impegnati?”.

I tradimenti emersi da questa ricerca non sono stati tantissimi, tuttavia ciò che è saltato subito all’occhio è stata l’età in cui sono avvenuti. Secondo i dati, la maggior parte di coloro che si sono dedicati almeno una volta ad un’esperienza sessuale extraconiugale, lo hanno fatto tra i 50 e 60 anni.

Dati addizionali del General Social Survey (GSS) hanno rivelato che la maggior parte di queste persone era sposata da circa 20/30 anni. Dopo i 70 anni, comunque, la percentuale sembra diminuire perché, secondo Wolfinger, si è troppo stanchi per tradire.

La domanda sorge spontanea: cinquantenni e sessantenni sposati da 20/30 anni, tendono a tradire perché sono in una relazione monogama da troppo tempo o perché si trovano in un’età favorevole per un’esplorazione sessuale più ampia? La risposta è semplice: entrambe le cose.

Cosa fare per evitare il tradimento

Una relazione a lungo termine, senza la giusta attenzione, può diventare sessualmente noiosa. Allo stesso tempo, quando la carica sessuale naturale si avvicina ad un calo dovuto all’età, la nostra mente inizia a chiedersi se ci siamo persi qualcosa e se è il caso di sperimentarla prima che sia troppo tardi.

La cosa più interessante emersa dallo studio, comunque, è un’altra. Le stesse persone che da sposate hanno fatto sesso extraconiugale, trovano che il tradimento sia deplorevole quando si tratta di terzi. Come capita spesso, le ideologie delle persone sembrano non essere in linea con i loro comportamenti effettivi.

Se siete nell’età incriminata e avete alle spalle 30 anni di matrimonio, comunque, non dovete allarmarvi. Se saprete prendervi cura del vostro rapporto, cambiando il modo in cui vi prendete cura dell’altro così come cambiano le vostre necessità, siete (quasi) al sicuro. Questi dati sono generici e, come sempre è bene prenderli con le pinze.

Una coppia sessualmente appagata ed emotivamente connessa, non avrà bisogno di cercare il piacere tra le braccia e le gambe di qualcun altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *