Home » Vita di Coppia » Violare la privacy del partner indica che qualcosa non va
Violare la privacy del partner indica che qualcosa non va

Violare la privacy del partner indica che qualcosa non va

Secondo uno studio italiano controllare il partner e violare la sua privacy è segno che qualcosa non va nel rapporto di coppia. Ecco cosa dicono gli esperti.

Secondo uno studio tenuto dalla Federazione Italiana di Sessuologia il 60% delle persone non vede nulla di strano se il proprio partner gli controlla il cellulare. Secondo i dati Istat del 2014 il 13,6% delle donne subisce o ha subito violenze sessuali e fisiche dall’attuale compagno o dall’ex-fidanzato. Molti dei litigi infatti sono provocati dal controllo assiduo della privacy dell’altro.

Per lo psichiatra e sessuologo Marco Rossi la fiducia in un rapporto di coppia è fondamentale; controllare il cellulare del partner significa in automatico che la fiducia viene a mancare e che qualcosa non va. Bisogna quindi capire perché si fa una cosa simile, cosa non va nel rapporto di coppia e i motivi per cui si viola la privacy del proprio partner. Avere il controllo su una persona è violazione di una privacy e una segretezza che invece dovrebbero far parte della seduzione all’interno della coppia.

Quali sono i principali campanelli d’allarme di partner violenti

I primi segnali per riconoscere comportamenti violenti per la sicurezza del partner sono ad esempio la violenza verbale, che spesso sfocia in quella fisica, come schiaffi, minacce o tenere per i polsi e le braccia la vittima, e il continuo e forte atteggiamento svalutativo verso l’altro. Anche le donne usano la violenza contro gli uomini, più quella verbale che fisica. Si tratta di minacce, violenze segrete o forti manifestazioni di gelosia. Queste persone, in generale, hanno l’idea del possesso e del potere ma non hanno il controllo delle proprie azioni.

Il ruolo del sesso per l’equilibrio della coppia

Nelle coppie dove c’è violenza, il sesso non è gioco o divertimento, anzi molto spesso è una cosa dovuta e obbligata, come una dimostrazione di potere sul rispettivo partner. Quando il partner va oltre, fino a sfociare nella violenza di qualsiasi tipo, meglio quindi allontanarsi, senza più tornare indietro, e chiedere subito aiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *