Home » Vita di Coppia » Radersi i genitali può causare problemi?
Radersi i genitali può causare problemi?

Radersi i genitali può causare problemi?

Vi siete mai chiesti quante persone si facciano male nel tentativo di radersi i genitali? Pare che dei ricercatori dell’University of California, a San Francisco, si siano fatti proprio questa domanda. Il loro studio analizza proprio la depilazione dei genitali e i problemi correlati a questa pratica.

Pare che la maggior parte delle persone si occupi della depilazione dei propri genitali per ragioni come: essere più attraenti sessualmente, per rendere il sesso orale più comodo e gradevole, per fare piacere ai partner o semplicemente per una questione di igiene.

Queste sono, ovviamente, tutte delle ottime ragioni. Tuttavia, senza la giusta attenzione è possibile trasformare una cosa piacevole in un problema vero e proprio.

I problemi più comuni

Nello studio sono state intervistate 7.570 persone dai 18 ai 65 anni, il 75% delle quali ha ammesso di radersi i genitali a casa. Un quarto degli stessi ha affermato di essersi ferito durante l’azione, riportando tagli, ustioni ed eruzioni cutanee.

Pare che la maggior parte delle persone a riportare questi danni siano quelle che decidono di radersi autonomamente, quelle che affidano il compito ai propri partner e coloro che si depilano stando seduti/e.

A volte, questi danni sono piccoli e quasi impercettibili, ma possono portare ad altri problemi decisamente più spiacevoli. Tra i più comuni abbiamo sicuramente i peli incarniti, ma anche infiammazioni ed infezioni.

Come arginare i danni

Per le donne, il modo più sicuro di eliminare i peli dal pube è quello di rivolgersi ad un’estetista esperta per una ceretta. La ceretta è dolorosa e lascia la pelle arrossata e un po’ dolorante, tuttavia, se fatta bene, permette di evitare totalmente i danni a lungo termine.

Per gli uomini, recarsi da un’estetista per radersi i genitali può essere più imbarazzante. Tuttavia esiste una soluzione anche per voi: prendetevi del tempo per eseguire l’operazione e svolgetela autonomamente, senza farvi aiutare dalla partner, utilizzando dei rasoi per le zone delicate.

Un consiglio per entrambi, comunque, è quello di utilizzare sempre rasoi nuovi e di trattare la pelle con degli olii specifici, magari mescolandoli e applicandoli sulle zone interessate. Il più utile è sicuramente quello di cocco che, applicato dopo la depilazione, ammorbidisce la pelle ed i peli “intrappolati” nella pelle. Anche l’olio di tea tree è molto utile, in quanto serve a pulire i pori e a minimizzare la crescita dei peli incarniti. Infine, l’olio di Tamanu cura la pelle delicata, così come l’estratto di camomilla la rigenera e la disinfiamma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *