Home » Per Lei » Come avere un orgasmo quando lui non è bravo a letto
Come avere un orgasmo quando lui non è bravo a letto

Come avere un orgasmo quando lui non è bravo a letto

Il mancato raggiungimento dell’orgasmo può essere dovuto allo stress, ad un partner poco esperto (anche se navigato) o alla mancata stimolazione del clitoride. Per ovviare a tutti questi problemi, comunque, basta sapere bene come reagisce il nostro organismo e cosa dobbiamo necessariamente fare per raggiungere l’orgasmo.

Studiate, toccatevi ed esplorate

Prima di tutto, guardate la vostra vulva e poi cercate uno schema anatomico in internet. Vi accorgerete che il clitoride non è solo la sensibile parte esterna che amate stimolare, ma che continua all’interno. Pensate allo stesso come alla punta di un iceberg che nasconde le sue parti migliori.

Approfondite la vostra conoscenza studiando l’anatomia di una vulva e dedicandovi più spesso alla masturbazione. L’autoerotismo vi permette di capire più o meno tutti i modi in cui potete raggiungere un orgasmo (e non sono pochi). Oltre a ciò, prepara il vostro corpo ad essere più reattivo al piacere e vi permette di essere più fiduciose in voi stesse.

Sentitevi libere di utilizzare dei sex toys durante lo studio, per esplorare al meglio le vostre numerose possibilità di provare piacere.

Siate attive

Se il vostro partner non è il massimo a letto, la prima cosa che dovete assolutamente fare è farglielo capire con gentilezza. Come? Chiedendogli direttamente di provare determinate posizioni e, quando trovate quella giusta, aggiungete qualche gemito in modo che lui capisca come darvi piacere.

Chiedetegli anche di regalarvi un bel cunnilingus come preliminare. Lui sarà eccitato nel vedervi così decise e voi potrete guidarlo nel donarvi uno dei più dolci piacere del sesso.

Se non avete idea di quali posizioni provare, mettetevi sopra: se sarete voi a gestire angolazione, penetrazione e ritmo, sicuramente arriverete all’orgasmo più facilmente. Provate a chiedere al partner di mettersi supino, poi mettetevi a cavalcioni su di lui e una volta che sarà entrato dentro di voi, inclinatevi in modo da strusciare il vostro clitoride sulla sua zona pubica. In alternativa, stimolate da sole il vostro clitoride mentre lui vi sta penetrando – vedendo la vostra iniziativa, capirà dove, la prossima volta, dovrà puntare lui stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *