Home » Per Lui » Esiste davvero la menopausa maschile?
Esiste davvero la menopausa maschile?

Esiste davvero la menopausa maschile?

La menopausa maschile esiste e si chiama andropausa. Ecco le differenze tra questi due fenomeni fisiologici che si manifestano con modalità diverse.

A 50 anni gli uomini vivono una particolare condizione che è la menopausa, meglio conosciuta come andropausa, che a differenza delle donne non si manifesta con squilibri ormonali.

Negli uomini dopo una certa età si verifica un calo di testosterone mentre, nelle donne, gli estrogeni non si riproducono più con il conseguente arresto del ciclo mestruale.

Sintomi della menopausa maschile

Nella menopausa maschile i sintomi, simili a quelli delle donne, compaiono intorno ai 50 anni. Nell’uomo infatti non avviene la caduta improvvisa dell’ormone sessuale, ma una diminuzione progressiva di testosterone strettamente collegato ad un aumento del peso e alla perdita del tono muscolare. Oltre ai sintomi a livello fisico esistono altri tipi di sintomi come disturbi del sonno, apatia, fragilità ossea, affaticamento, disinteresse per il sesso, calo del desiderio sessuale, difficoltà con la memoria e con la concentrazione.

A differenza delle donne, che con l’arrivo della menopausa hanno problemi di tipo ginecologico, gli uomini over 50 hanno invece problemi di tipo prostatico e urinario.

Le strategie per affrontare al meglio il periodo della menopausa

Molto spesso succede che gli uomini non riescono a riconoscere queste problematiche in quanto sono meno informati delle donne, ed è per questo che sono anche meno propensi a confrontarsi con altri uomini o a parlarne con uno specialista.

Per tenere sotto controllo la menopausa, sia negli uomini che nelle donne, potrebbe bastare condurre uno stile di vita sano e più attento. Ad esempio, per combattere l’osteoporosi gli esperti consigliano di praticare un po’ di movimento all’aria aperta ogni giorno mettendo da parte vita sedentaria e cattive abitudini. Per trascorrere questo periodo in modo sereno e accettare i cambiamenti fisici basterebbe quindi condurre una vita meno stressante e seguire un’alimentazione leggera e genuina, eliminando i cibi grassi e molto conditi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *