Home » Per Lei » Come l’uomo riconosce i vostri veri orgasmi
come riconoscere l'orgasmo femminile

Come l’uomo riconosce i vostri veri orgasmi

L’orgasmo femminile per molti uomini è un mistero e diverse donne si prendono il lusso di simularlo, anche solo per far piacere al proprio partner. Non tutti gli uomini, comunque, sono così ingenui.Di seguito, vi illustreremo 5 indizi che un uomo navigato sa cogliere, per capire se avete davvero avuto un orgasmo.

  1. Il nome/il suono emesso
    Tutti gli uomini vogliono sentire la propria partner urlare il proprio nome e gemere di piacere. Tuttavia, molti uomini sanno che durante l’orgasmo si perde il controllo e il nome o qualsiasi verso uscirà dalla bocca della propria donna, risulterà strano, quantomeno distorto. Uno spelling perfetto, per alcuni uomini, è sintomo di orgasmo simulato.
  2. La sensazione fisica
    Si può simulare un orgasmo in diversi modi, ma non si può ingannare il membro maschile. Durante l’orgasmo, le pareti vaginali iniziano a contrarsi, totalmente fuori controllo. Anche le adepte dei Kegels non potranno simulare del tutto la sensazione.
  3. Gli spasmi
    Durante l’orgasmo, il corpo femminile ha degli spasmi, viene scosso da brividi e la pelle ne risente con la così detta “pelle d’oca.”
  4. I capezzoli
    Il vostro partner ama il vostro seno, piccolo o grande che sia. Pensate davvero che non si accorga se i vostri capezzoli diventino improvvisamente turgidi o no?
  5. Il respiro
    Quando una donna arriva all’orgasmo – fosse anche una donna poco rumorosa a letto – il suo respiro cambia in un modo molto difficile da emulare per chi ha un buon orecchio. Il suo respiro non diventa semplicemente affannoso, ma forte, spasmodico, come se il corpo non riuscisse più a controllarlo.

E se credete che un uomo non si accorga di questi dettagli, siete totalmente fuori strada. I 5 indizi che vi abbiamo riportato, sono stati stilati proprio da alcuni uomini sessualmente attivi, durante un recente studio. Non sono poi così tanto ingenui, questi partner.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *