Home » Per Lui » Sono molti gli uomini insoddisfatti dopo i bisturi: ecco perché
intervento chirurgico genitale

Sono molti gli uomini insoddisfatti dopo i bisturi: ecco perché

Ricorrere ad interventi chirurgici per risolvere qualche problema intimo maschile non sempre garantisce la felicità. Ma quali sono le cause di insoddisfazione negli uomini?

Sono molti gli uomini ad essere insoddisfatti dopo i bisturi in quanto la chirurgia genitale può incidere negativamente sulla sessualità di una persona. Il sessuologo Franco Avenia, nonché vicepresidente del FISS (Federazione Italiana di Sessuologia scientifica), dichiara che i riflessi psicologici possono influenzare il risultato dell’intervento. Non è detto infatti che grazie alla riuscita dell’intervento ai genitali l’uomo superi il suo problema e sia completamente soddisfatto dopo i bisturi.

Ma quali sono le cause d’insoddisfazione dopo i bisturi secondo l’esperto?

  • La non realizzazione delle aspettative. La prima causa di insoddisfazione è data dalle aspettative, che possono essere distorte in quanto non spiegate bene prima dell’intervento chirurgico. È importante chiarire a cosa l’uomo va incontro dopo l’intervento: secondo il sessuologo, questa è la chiave della soddisfazione e della vera riuscita dell’intervento.
  • La mancata accettazione della guarigione. Spesso il malato non accetta la guarigione, pur avendo risolto il problema, e si punisce per una colpa omessa, come rapporti omosessuali o tradimento, pensando di meritare la punizione anche dopo la riuscita dell’intervento.
  • La sindrome del “pene rattoppato”. Quando la chirurgia ripristina necessariamente la funzione dei genitali modificandone l’anatomia che naturalmente non può più essere come prima.
  • La disfunzione erettile “fantasma”. Nonostante la corretta anatomia del pene dopo l’intervento, l’uomo continua a lamentare disfunzione erettile. È il caso dell’autoinganno, ovvero il fenomeno simile all’“arto fantasma”, quando anche dopo l’amputazione, si continua a sentire il dolore.

Conclude il sessuologo che per la riuscita di un intervento chirurgico ai genitali non serve solo un buon chirurgo ma anche un buon paziente, che sia in grado di tornare ad una vita sessuale soddisfacente, oltre a poter ripristinare la sua normale funzionalità e anatomia genitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *