Home » Vita di Coppia » La pratica del “Rusty Trombone”
sesso anilingus trombone

La pratica del “Rusty Trombone”

Trovare dei modi nuovi e divertenti per fare sesso non è un’impresa difficile, anche se non serve solamente una buona dose di fantasia. Spesso è utile anche essere un minimo atletici, o essere disposti ad assumere posizioni bizzarre. Ciò che conta più di tutto, comunque, è avere una mentalità aperta ad esplorare nuove possibilità e sensazioni.

La posizione di cui vogliamo parlare oggi è studiata appositamente per dare piacere all’uomo, ma richiede una certa apertura mentale da ambedue le parti. Stiamo parlando del Rusty Trombone – o Trombone Arrugginito – una pratica erotica che unisce due tipi di stimolazione: anale e genitale.

Come eseguire il Rusty Trombone

Colui che riceverà questo particolare trattamento, dovrà stare semplicemente in piedi, con le gambe lievemente divaricate. L’esecutore o esecutrice, dovrà invece inginocchiarsi dietro di lui, possibilmente tenendo le ginocchia tra i piedi del ricevente.

A questo punto, dovrà iniziare a praticargli un anilingus cercando di mantenere un andamento ritmico, che non sia troppo irruento, ma neanche lento. Con lo stesso ritmo, l’esecutore dovrà eseguire un lavoro di mano sul membro del ricevente. Per rendere il lavoro più semplice, vi consigliamo di far passare le mani direttamente tra le gambe del partner e non dall’esterno – opzione scomoda e stancante.

Anche le donne possono fare da strumento

Il Rusty Trombone è una pratica sessuale molto apprezzata dalle coppie più smaliziate, sia etero che omosessuali. In principio, questa posizione è stata pensata per dare piacere all’uomo, ma ne esistono anche delle varianti “al femminile.” Una di queste è la Rusty Trumpet, che prevede la stimolazione dell’ano e del clitoride – la posizione è praticamente la stessa.

I più esperti possono provare anche a penetrare la propria partner con due dita, mentre con la bocca le praticano un anilingus. Consigliamo, tuttavia, di eseguire quest’ultima variante solamente dopo aver perfezionato quella classica, perché è molto più stancante per l’esecutore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *