Home » Vita di Coppia » Kink Yoga: lo yoga per trasgressivi
pratiche sessuali alternative

Kink Yoga: lo yoga per trasgressivi

Se amate lo yoga e le pratiche trasgressive del BDSM, probabilmente questa notizia vi farà venire voglia di trasferirvi in Australia – o almeno di metterla in lista come meta per una vacanza. Una dominatrice professionista, nonché insegnante di yoga, Mistress Anna, ha aperto una scuola di kink yoga a Sidney.

Stando a quanto dichiarato da Mistress Anna e anche dai suoi clienti, l’esperienza kink yoga prova che la sensazione di sollievo regalata dallo yoga e quella donata dal feticismo sessuale hanno molto in comune. Alcuni clienti frequentano le classi di kink yoga per motivi di salute, come un uomo, malato di cancro alla pelle che ha stupito il web con la seguente dichiarazione:
“Lo yoga è un sollievo già da solo, ma la possibilità di scambiare il ‘dolore cattivo’ della chemio con quello ‘buono,’ qui, è fantastica.”

Il kink yoga è perciò una pratica ibrida tra un trattamento BDSM e un allenamento yoga. Gli esercizi, sono gli stessi dello yoga, ma il trattamento riservato ai clienti è più o meno quello di un dungeon – con tanto di frustate, sottomissioni e sculacciate. In realtà, un allenamento yoga può aiutare a sopportare meglio le pratiche BDSM e perciò queste classi saranno molto utili a tutti coloro che vogliono addentrarsi nel mondo del bondage e del sadomaso. Una delle caratteristiche vincenti di quest’attività è che si tratta di un punto di riferimento per la comunità BDSM. Solitamente, per incontrare altre persone con questa stessa passione, si ricorre a delle feste organizzate o a delle community virtuali in Internet. Una palestra di kink yoga permette, invece, a tutti gli amanti delle pratiche insolite di incontrarsi e confrontarsi alla luce del giorno.

Al momento non sembrano esserci palestre di kink yoga in Italia, tuttavia, a meno che non abbiate già fatto un biglietto di sola andata per Sidney, potete prendere in prestito quest’idea e imparare le posizioni di base dello yoga, per poi portarle in camera da letto assieme a corde, frustini e manette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *