Home » Per Lui » La luce può migliorare le tue performance sessuali
sesso-luce

La luce può migliorare le tue performance sessuali

Si parla spesso di cosa può beneficiare o no al sesso, ma il fatto che anche la luce potesse giocare il suo ruolo è una notizia nuova di zecca. Secondo delle recenti ricerche, l’esposizione alla luce può aiutare ad aumentare i livelli di testosterone nell’uomo e permettergli anche di godere di una maggiore soddisfazione sessuale.

Dopo i 40 anni, molti uomini riscontrano un calo del desiderio sessuale. Secondo alcuni studi, circa un quarto degli uomini che riscontra questo problema ha superato quest’età, tra le altre cose. Tuttavia, in molti soggetti, il desiderio sessuale sembra variare assieme alle stagioni e questa caratteristica è stata lo spunto iniziale per questa interessante ricerca. Gli scienziati hanno ipotizzato che probabilmente è la quantità di luce ambientale a svolgere un ruolo fondamentale e che il buio invernale probabilmente gioca a sfavore della libido maschile.

Dalla teoria, poi, si è passati alla pratica. I ricercatori dell’Università di Siena hanno preso un campione di 38 uomini ai quali era stato diagnosticato un livello basso di libido. La metà di questi uomini è stata sottoposta per due settimane, quotidianamente, ad una forte luce bianca che simulasse gli effetti del sole. Gli uomini sottoposti al trattamento hanno riscontrato un aumento dei livelli di testosterone e, secondo gli stessi, anche ad un aumento della soddisfazione sessuale.

L’altra metà di uomini, quelli che non hanno subito il trattamento, non hanno riscontrato alcun miglioramento dei livelli ormonali. Lo studio perciò segna una piccola vittoria, anche se gli scienziati sperano di poter approfondire la questione prima di arrivare a conclusioni affrettate. La terapia della luce inibisce la ghiandola pineale al centro del cervello ed è forse questo a permettere una maggiore produzione di testosterone – oltre ad altri possibili effetti ormonali. Lo studio è ad una fase iniziale e i ricercatori non si sentono ancora pronti a consigliarlo come una vera e propria terapia. Nell’attesa, potete sempre approfittare degli ultimi giorni di sole per fare un piccolo test innocuo sul campo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *