Home » Per Lei » I Kegels: come eseguirli e quali sono i benefici
esercizi-kegels

I Kegels: come eseguirli e quali sono i benefici

Gli esercizi di Kegel prendono il nome dal loro ideatore, A. Kegel e hanno l’obiettivo di rafforzare i muscoli nel pavimento pelvico – ovvero quelli che sostengono retto, vescica, uretra ed utero.

I Benefici dei Kegels

Rafforzare i muscoli del pavimento pelvico è utile sotto diversi aspetti. Gli esercizi di Kegel vi aiuteranno a:

  • Prevenire o ridurre il rischio di incontinenza urinaria.
  • Allenare i muscoli interessati allo stress di un parto vaginale e prevenire le emorroidi durante la gravidanza.
  • Provare un maggiore piacere sessuale ed avere più controllo sull’orgasmo. La sensibilità dell’apparato femminile aumenta e l’amplesso risulta quindi ancora più piacevole. L’orgasmo viene raggiunto con maggiore facilità e vengono favoriti gli orgasmi multipli.
  • Dare più piacere al partner. Avere il controllo del vostro pavimento pelvico vi aiuterà anche a donare più piacere al vostro partner – provate a contrarre i muscoli interessati durante la penetrazione e godetevi gli effetti sul vostro partner.

Come eseguire gli esercizi di Kegel

Innanzitutto, bisogna trovare i muscoli interessati. Mentre state urinando, provate a fermare il flusso dell’urina. La contrazione utilizzata per interrompere la minzione è il movimento base dei Kegels. Se non siete certe di aver trovato i muscoli, provate ad inserire un dito nella vagina e contraete i muscoli – potete farvi anche aiutare dal partner.
Una volta trovati i muscoli, dovrete svuotare completamente la vescica prima di eseguire un qualsiasi esercizio. Se è la vostra prima volta con i Kegels, mettetevi in una posizione comoda, magari supine, con le gambe lievemente flesse. Contraete i muscoli del pavimento pelvico e mantenete la contrazione per 5-10 secondi, poi rilasciate (sempre per 5-10 secondi). Ripetete per 10 serie, 2-3 volte al giorno.

Una volta che avrete preso padronanza degli esercizi, potrete svolgerli in qualsiasi posizione e anche mentre siete fuori casa. I risultati, in media, arrivano già dopo uno o due mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *