Home » Per Lui » Dove toccarla: le zone erogene di una donna
zone-erogene-lei

Dove toccarla: le zone erogene di una donna

Quando si parla di fare sesso, si pensa sempre all’atto della penetrazione. Tuttavia il sesso non è solo questo e, soprattutto, il pene è una parte del corpo spesso imprevedibile. Sapere come utilizzare le mani e conoscere le zone erogene di una donna è di importanza vitale per una vita sessuale più soddisfacente.

Testa, nuca e spalle

La testa, la nuca, il collo e le spalle di una donna sono estremamente sensibili al tocco. Provate a stimolare le sue spalle con dei piccoli morsi delicati e procedete con dei grattini sulla stessa zona, risalendo il collo e la nuca con le mani. Se proprio avete dimenticato i preliminari, massaggiatele delicatamente lo scalpo mentre la state penetrando o mentre vi sta praticando del sesso orale: le donerete una sensazione di relax che le permetterà di raggiungere l’orgasmo più facilmente.

I fianchi

Che lei si trovi sopra o sotto di voi, provate ad afferrarle i fianchi, accompagnando e agevolando il suo movimento. Non solo questa zona è estremamente sensibile, ma questa pratica la farà sentire maggiormente coinvolta, come se stesse lavorando assieme per uno stesso fine – non è così?

Il volto

Prima o durante l’atto sessuale, provate ad accarezzarle delicatamente le guance, lasciando scorrere le dita verso le orecchie, fino alle tempie e al centro della fronte, scendendo delicatamente sul naso. Poi percorrete piano i contorni della sua bocca, e posate gentilmente un dito sul suo labbro inferiore. Infine, infilatele piano le dita tra i capelli, fino a portarle dietro la sua nuca e baciatela.

Schiena e sedere

Usate le vostre dita per percorrere la sua spina dorsale con delicatezza, dalla nuca fino all’osso sacro. Ripetete più volte, prima di afferrarla con decisione dalle natiche, portandola ancora più vicina a voi.

Seno e genitali

La prossima volta che toccherete la vostra donna, provate a sedervi dietro di lei. Non concentrate i vostri massaggi solamente sui capezzoli e all’interno della sua vagina, ma percorrete delicatamente i contorni del seno e dell’inguine, prima di passare a carezze più passionali e interne che concluderete afferrandole un seno con una mano, mentre con le dita dell’altra penetrerete lentamente i suoi genitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *