Home » Vita di Coppia » Sesso tantrico: cos’è e come si pratica?
sesso-tantrico

Sesso tantrico: cos’è e come si pratica?

Il sesso tantrico è una filosofia di vita, un ‘esperienza sessuale unica che vi farà provare emozioni e sensazioni intense.

Il sesso tantrico deriva dal “tantra”, l’insieme degli insegnamenti spirituali e riti esoterici delle religioni indiane: una pratica, nata nel 400 a.C., che mette alla prova la conoscenza di sé stessi e dei propri corpi. Nel corso della storia, il sesso tantrico, ha indicato i riti sessuali sacri che favorivano una libertà del corpo e della mente per provare sensazioni sovrannaturali. Oggi, questo rito, insegna attenzione, movimento, lentezza, naturalezza e complicità, 5 caratteristiche chiave del sesso tantrico che aumentano la passione e il puro piacere di coppia, favorendo una comunicazione aperta tra i due partner.

In pratica, il sesso tantrico, rispetto a quello tradizionale, si basa sull’erotismo che deriva dai suoni, dai respiri e da nostri movimenti, e non sull’ansia da prestazione nel raggiungere l’orgasmo.

Come praticare il sesso tantrico

Il sesso tantrico è consigliato innanzitutto alle coppie consolidate e unite, ma anche a quelle che stanno attraversando momenti di crisi e monotonia,  è una pratica molto mentale che fa emergere i problemi alla base di un rapporto, cercando di creare una comunicazione profonda che va al di là del sesso vero e proprio.

Piccoli consigli

Per prima cosa dovete adornare la vostra camera da letto con fiori, incenso, frutta e qualcosa da bere, per regalarle un’atmosfera magica e rilassante e trasformarla in un vero e proprio tempio dell’amore, dove non sono ammessi pensieri negativi, ansie, tensioni e paure. Sedetevi difronte al proprio partner, meditate e provate le posizioni migliori per praticare il tantra in modo da riscoprire un sesso più appagante e spirituale. Nel sesso tantrico ricordatevi che è la donna a dominare stando seduta sulle cosce del suo uomo, incrociando le gambe dietro alla sua nuca, con il compito di trasferirgli ”energia fredda” che il maschio trasformerà in “energia calda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *