Home » Per Lui » Gli esercizi per una migliore performance sessuale
migliorare-performance-sessuale-lui

Gli esercizi per una migliore performance sessuale

Rinforzando i muscoli pelvici, sarete in grado di ridurre problemi come disfunzione erettile ed eiaculazione precoce. Queste scoperte sono state pubblicate dal chirurgo Andrew Siegel, M.D., che ha addirittura creato un DVD sulla questione, chiamato Private Gym, nel quale vengono insegnati gli esercizi da svolgere. “Più forti saranno questi muscoli e più trarrete benefici dalla pratica,” dichiara il Dr. Siegel.

Potrebbe sembrare troppo bello per essere vero, eppure la scienza conferma i benefici di questa pratica. Secondo uno studio effettuato in Inghilterra del 2005, il 75% degli uomini è riuscito a migliorare le proprie funzioni erettili grazie agli esercizi di Kegel. Anche in Italia si ebbero risultati simili e, secondo le statistiche, il 61% degli uomini che aveva provato tali esercizi, è riuscito a curare l’eiaculazione precoce.

In realtà, le cause di disfunzione erettile ed eiaculazione precoce possono essere tante, quindi non è detto che gli esercizi di Kegel siano in grado di risolvere i vostri problemi. Per provare i Kegel non dovete per forza avere un problema, poiché servono anche a migliorare la performance sessuale generale. Si tratta, oltretutto, di esercizi molto semplici da svolgere e tentar non nuoce.

Come contrarre i muscoli pelvici?

Mentre urinate, provate a bloccare il flusso dell’urina. Memorizzate il tipo di contrazione durante quest’operazione e sentitevi liberi di ripeterla ogni volta che volete, finché non riuscirete a contrarre gli stessi muscoli anche quando non state urinando.

I Kegel per l’uomo

Una volta che avrete imparato a controllare i vostri muscoli pelvici in questo modo, mettetevi comodi ed eseguite la contrazione, mantenendola per uno o due secondi, poi rilassate la parte. Ripetete la stessa operazione per 30 volte, fermatevi per un minuto e poi riprendete. È consigliabile eseguire 3 serie da 30 per 3 o 4 giorni a settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *